martedì 2 giugno 2020

COMUNICATO STAMPA
    
Il Presidente Nazionale di Italia Reale ,Avv. Massimo Mallucci de' Mulucci è stato intervistato dalla emittente "Hora Latina" e durante il telegiornale di "Prima Antenna TV" sulla posizione di Italia Reale, a fronte della  Crisi politica in atto e sulle ragioni di una presenza monarchica ,nonostante 74 anni di repubblica. E'stato rilasciato il seguente comunicato.

L' ITALIA  E'  A  " TOCCHI": subito Assemblea Costituente ed uscire da questa Europa.

I monarchici di Italia Reale considerano la crisi politica in atto come l'estrema esibizione di un sistema alla deriva che non ha più nulla da dire agli Italiani .
Il sistema politico è "blindato" da una OLIGARCHIA SPREGIUDICATA che ha svenduto la nostra Patria ad una super Europa di tecno burocrati che fanno gli affari loro , colpendo i risparmi delle famiglie, mentre si sviluppa miseria e povertà, disoccupazione ed i suicidi a causa di un FISCO ESOSO ED INCONTROLLATO: le tasse debbono colpire moderatamente i redditi MAI la proprietà in quanto tale.La disoccupazione dei giovani ha raggiunto il 44%,a soffrire la fame sono 5 milioni di italiani ed il 6,2% non può permettersi un'alimentazione adeguata.Oltre il 66% delle famiglie non riesce a mettere da parte più nulla. Intanto questa politica costa all'Italia 23 miliardi di euro all'anno. Il Quirinale della Repubblica ha una spesa effettiva di 235 milioni di euro l'anno , la Regina Elisabetta con Buckingam Palace 37milioni e 890 miola euro. Vi sono poi i dipendenti: oltre 1700 per il Quirinale e solo 423 per Buckingam Palace. Insomma la Monarchia inglese costa 6 volte meno della Repubblica. 
Italia Reale vuole riforme vere: Taglio dei privilegi parlamentari e non del numero dei deputati e senatori(meno sono più debbono obbedire ai padroni della politica che hanno dato loro la poltrona). Abolizione di tutti i sottosegretari , assessori  non eletti dal popolo (sono i trombati ripescati,che aumentano costi e spese al parlamento ed agli enti locali). Abolizione delle città metropolitane che esercitano poteri vincolanti , imposti da gente che il popolo non ha eletto. Abolizione delle Prefetture, coordinando le competenze con i Questori. Abolizione delle REGIONI (non a statuto speciale) che sono "carrozzoni"corrotti e costosi e ridare precise competenze alle  province,accorpandole sino ad un massimo di tre, per distribuire sul territorio i servizi e non le poltrone.
Riaffermare una politica per la Famiglia, con aiuti finanziari a chi si occupa di anziani e bambini. Favorire le scuole "parentali" ad ogni livello e grado.
Italia Reale vuole difendere gli organi intermedi e pretende sicurezza nei posti di lavoro: l'Italia , in Europa , ha il numero maggiore di incidenti sul lavoro. I salari più bassi ed i contributi più alti (attribuire ai sindaci controlli diretti).
ITALIA REALE PROPONE LA ELEZIONE DI UNA ASSEMBLEA COSTITUENTE, AMPIAMENTE RAPPRESENTATIVA DELLE VARIE POSIZIONI , PER RIFORMARE LO STATO. LA MONARCHIA E' UNA OPZIONE IN PIU' CHE VEDIAMO A CORONAMENTO, EVENTUALE, DI UN VASTO PROGRAMMA DI RINNOVAMENTO SOCIALE ED ECONOMICO. Italia Reale da mandato ai propri consiglieri comunali,eletti col nostro simbolo, ovvero in liste di interesse municipale, di iniziare la sensibilizzazione, a livello locale,per raggiungere tali obiettivi.Questa "democrazia senza popolo" (la maggioranza non vota più) deve finire.Fuori da questa Europa si vive meglio (appoggiare ogni iniziativa in tal senso).
 Grazie per l'attenzione e la diffusione.

L'addetto stampa : Pier Francesco Gaviglio Rouby

mercoledì 22 aprile 2020