giovedì 4 agosto 2011

Altro attentato in Afghanistan...


Bomba in Afghanistan
Feriti quattro italiani

4 agosto 2011

L'ordigno esploso vicino a Herat: i militari non sono in gravi condizioni. I talebani rivendicano l'attentato.

Soldati italiani in Afghanistan Quattro militari italiani sono rimasti feriti nell'esplosione di un ordigno vicino ad Herat, in Afghanistan. Le condizioni dei soldati non sarebbero gravi. L'esplosione dell'Ied, uno di quei rudimentali ordigni esplosivi che mietono vittime in Afghanistan, è avvenuta a circa 5 chilometri a sud dell'aeroporto di Herat, la città sede del quartier generale italiano.


QUATTRO FERITI I militari feriti appartengono alla Task Force Center su base 11esimo reggimento Bersaglieri. Lo Stato Maggiore della Difesa ha precisato che "non versano in pericolo di vita". L'esplosione ha avuto luogo alle 12.19 ora locale, quando i quattro militari si trovavano a bordo del loro veicolo Lince, durante un'attività pianificata nel villaggio di Siah Vashian, nel distretto di Herat.

ASSALTO RIVENDICATO I talebani afghani hanno rivendicato oggi l'attentato in cui oggi sono rimasti feriti quattro militari italiani nelle vicinanze di Herat City (Afghanistan occidentale), sostenendo di aver distrutto il veicolo in cui viaggiavano e di aver provocato varie vittime. In un testo telegrafico nella loro pagina Internet, il portavoce dei talebani Qari Yousuf Ahmadi ha sostenuto che «almeno cinque invasori sono stati uccisi oggi verso mezzogiorno in un attacco con un rudimentale ordigno esplosivo (ied)».Lo scoppio, ha aggiunto, «ha gravemente danneggiato il mezzo blindato su cui viaggiavano quando la pattuglia di cui facevano parte è passata nell'area di Siyoshan del distretto di Injeel». L'esistenza di vittime tuttavia non ha trovato riscontro nei bilanci ufficiali dell'attentato.

Tratto da : Il Tempo

Monarchia nel mondo

Loading...