martedì 24 gennaio 2012

COMUNICATO STAMPA

ALLEANZA MONARCHICA - STELLA E CORONA
COMUNICATO STAMPA
24 gennaio 2012


S.O.S. ITALIA

In relazione al decreto "Liberalizzazioni" varato dal governo, il Segretario Nazionale dell'Alleanza Monarchica-Stella e Corona, Avv. Massimo Mallucci ha dichiarato: "Il governo Monti che si è assunto la responsabilità di governare gli Italiani, i quali, sia chiaro, non hanno votato nè Lui, nè i Suoi ministri, ha varato le così dette "liberalizzazioni", mistificandole dietro il solito spot pubblicitario, ora denominato "piano cresci Italia".
Per noi Monarchici si tratta dell'ennesimo atto di servile obbedienza all'asse "Roma-Berlino" ed ai poteri forti delle Banche d'affari che hanno completamente annullato la libertà della nostra Patria e la sovranità della Nazione che si esprime, innanzitutto, nella possibilità di legiferare senza intromissioni, intimidazioni e controlli.
Esaminando nel dettaglio le liberalizzazioni selvagge,
senza che nessun piano sia stato varato per ridimensionare le grosse catene commerciali e gli onnipotenti centri d'affari e professionali, si deve evidenziare come le piccole e medie attività siano state penalizzate a favore dei padroni dell'economia, umiliando anni di lavoro e di sacrifici di famiglie e generazioni.
D'altra parte l'accordo tra il grosso capitale e le peggiori espressioni della sinistra, riconvertita sotto le nuove sembianze del così detto "postcomunismo", non potevano che determinare situazioni di grave ingiustizia che determineranno concorrenza sleale e truffe legalizzate. Intanto i prezzi aumentano e i posti di lavoro diminuiscono. Silenzio assoluto sul made in Italy all'estero. Il livellamento verso la povertà aumenta, salvaguardando le oligarchie politiche privilegiate che, ormai, senza alcun ritegno, assestano veri e propri colpi alle libertà fondamentali. La gente protesta contro i privilegi dei politici, ecco la ricetta che viene dal governo: dimezzare parlamentari e consiglieri comunali, invece di dimezzare stipendi e appannaggi. Con un minor numero di eletti il pensiero unico si affermerà a vantaggio di una "casta inamovibile". Continua, poi, l'insolente politica del decentramento che riguarda solo il potere politico e le poltrone mentre vengono imposte le concentrazioni dei servizi. Si tratta della più estremista affermazione del pensiero stalinista, fondato sul controllo locale di ogni attività, supportato dalla concentrazione del potere dei burocrati. L'eliminazione di Tribunali periferici, di piccoli ospedali e di tutta una serie di uffici al servizio dei cittadini ne sono la prova concreta. In un clima da "basso impero" si afferma un sistema che istituzionalizza la corruzione e diffonde l'insicurezza, visto che l'unico reato veramente perseguibile è quello fiscale, mentre le carceri si aprono sempre più facilmente e la gente perbene non è difesa neppure dai banditi da strada.

Il Segretario Nazionale di Alleanza Monarchica Stella e Corona
Avv. Massimo Mallucci

Monarchia nel mondo

Loading...